Share

BERENICE

Lisa Zanatta dipinge fiori. Ha dipinto la Venezia dei quieti specchi lagunari colti in quella luce vespertina, tutta veneziana, che si fa di perla quando il cielo e mare annullano il proprio confine. Ha dipinto quei cieli turchini, tersi, che dopo le piogge si stendono sui paesaggi nordici e cieli di fuoco attraversati dal profilo di cupole orientali. Poi ha cominciato a dipingere fiori. La cognizione che il tema del fiore le era congeniale è arrivata quando la scelta di dipingerli si è determinata per una interna, imperiosa necessità di seguire un istinto. E il suo istinto l'ha portata a calarsi tutta in questa realtà del fiore tanto perigliosa quanto poetica e femminile.

  • /