Share

GIULIO GASPAROTTI

Paesaggi, fiori, Venezie dai colori impetuosi e travolgenti, corposi e contrastati. Le composizioni, per la tecnica anticonvenzionale e per la disposizione delle forme a tutto campo, segnano un certo distacco dalla tradizione, pur essendo leggibili. I grovigli materici dei colori si pongono come spazio atmosferico, capace di plasmare un effetto ambientale solamente accentuando il valore pittorico di alcune zone di pigmento. La Zanatta, senza dover ricorrere a relazioni troppo interne o precise nella struttura del dipinto, concretizza le forme per definire lo spazio, che integra e si completa nell'immagine.

  • /