Share

MARIO MONTEVERDI

La vecchia lezione di Giovanni Agnese, suo maestro, le ha fornito il mezzo perché la sua mano liberamente, ora, obbedisca agli impulsi di un istinto che la sospinge ad individuare, nella natura, i valori più emozionali. E, alzando gli occhi dalla lettura che le ha dischiuso varchi su terre lontane, ritrova attorno a sé tutte le immagini di un suo mondo non più segreto, dove gli incanti e i miraggi si sono convertiti in una realtà fatta di segni, colori e luci.

  • /